L’importanza della lettera di presentazione

 

Quando si presenta un curriculum vitae ad un’azienda o ad un potenziale datore di lavoro, è bene allegare anche una lettera di presentazione, dettagliata ma non eccessivamente lunga (una pagina è più che sufficiente).

La lettera andrebbe presentata per ogni tipo di candidatura, sia quindi che si tratti di un invio online sia offline. Come il curriculum vitae la lettera di presentazione deve essere sempre scritta a computer e stampata su carta di buona qualità e con inchiostro sufficiente. Lettere scritte a mano o stampate con inchiostro illeggibile sono destinate a finire nel cestino dei selezionatori.

 

Cosa deve contenere una lettera di presentazione

 

Ogni lettera di accompagnamento al curriculum dovrebbe indicare chiaramente (in alto a sinistra) il mittente della stessa, avendo cura di fornire il maggior numero di dati possibile (sono necessari: indirizzo, eventuale domicilio alternativo, numero di telefono e indirizzo mail, oltre ad un recapito Skype, se in possesso del candidato). In alcuni casi potrebbe essere interessante indicare anche eventuali blog o siti internet del candidato, ma solo se relativi all’ambito lavorativo per il quale ci si candida.

Sul lato destro del foglio va invece indicato l’indirizzo dell’azienda a cui si invia la lettera di presentazione: anche in questo caso è bene essere molto dettagliati, possibilmente indirizzandola al responsabile della selezione. Se non si è in possesso del nominativo lo si può chiedere all’azienda o reperire con una ricerca in internet o sulle testate specializzate.

Prima di passare al testo vero e proprio della lettera sarebbe opportuno indicare il riferimento dell’eventuale annuncio a cui si sta rispondendo o comunque il ruolo preciso per il quale ci si candida.

 

Il testo della lettera

 

Il testo della lettera di dovrebbe contenere soprattutto una presentazione chiara, sintetica e sincera del candidato. Non va ripetuto in tutto e per tutto il curriculum vitae ma vanno indicate solo le più importanti esperienze acquisite per il ruolo per il quale ci si sta candidando, oltre ad una brevissima presentazione del candidato  stesso.

Successivamente si posso indicare le motivazioni che hanno spinto ad inviare il proprio curriculum o a rispondere ad un annuncio, evitando di utilizzare frasi fatte o concetti banali, ma cercando di esprimere concetti innovativi, in modo da emergere (anche nella memoria del selezionatore) dalla massa di curriculum e lettere di presentazione che vengono quotidianamente inviate sulle scrivanie degli addetti alla selezione. Al termine della lettera si deve indicare la disponibilità ad un colloquio conoscitivo e a fornire tutte le eventuali informazioni di cui l’azienda potrebbe aver bisogno per valutare ulteriormente la candidatura.

La lettera è l’unica possibilità data all’aspirante candidato per ottenere una convocazione per un colloquio: per questo deve essere formale, ma senza essere monotona ed uguale alle altre decine di lettere. Un carattere grafico insolito, ma comunque formale e non troppo eccentrico potrebbe essere un modo per emergere dalla massa, così come l’utilizzo di una carta pregiata. Un consiglio utile è quello di utilizzare lo stesso carattere e la stessa carta sia per il curriculum sia per la lettera. Questo trasmetterà al selezionatore l’idea di un candidato accurato e preciso. Allegare la propria fotografia, meglio se stampata sulla lettera o sul curriculum stesso è un altro modo per farsi ricordare e per emergere dalla massa.

 

Lo stile della lettera

 

La lettera di presentazione rappresenta una sorta di biglietto da visita che si invia al selezionatore: per questo motivo non deve essere né troppo sobria né troppo auto celebrativa, e soprattutto devono essere evitate tutte le affermazioni non vere, come presunti titoli di studio mai conseguiti o incarichi mai ricoperti, che potrebbero essere facilmente individuati dal selezionatore (ricordatevi che verificare le informazioni è parte del suo ruolo), magari con una semplice ricerca sulla rete.

 

Informarsi sull’azienda è una mossa preventiva che potrebbe determinare il successo della candidatura. Individuare i principi aziendali ed evidenziare solo le caratteristiche in linea con questi è un’ottima mossa in grado di fare la differenza per il candidato. Allo stesso modo andrebbero evitate tutte le affermazioni e le prese di posizione in aperto contrasto con i principi o con l’etica aziendale.

Anche conoscere il selezionatore potrebbe costituire un punto di vantaggio per il candidato: si possono per esempio cercare informazioni in rete o presso conoscenti che già lavorano presso la stessa struttura (se possibile).

 

Wikipedia

Lettera di presentazione

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

lettera di presentazione